ANALISI DEI COMPORTAMENTI DEGLI AUTOMOBILISTI EUROPEI

La Fondazione francese VINCI Autoroutes ha pubblicato i risultati del suo 14º Barometro della Guida Responsabile.

La Fondazione francese VINCI Autoroutes ha recentemente pubblicato i risultati del suo 14º Barometro della Guida Responsabile. Questo sondaggio annuale, condotto da Ipsos su un campione di 12.413 persone in 11 Paesi europei, tra cui l’Italia, fornisce un’analisi dettagliata dei comportamenti degli automobilisti europei.

Gli Europei al Volante: Confidenze e Contraddizioni
Uno dei dati più sorprendenti del report riguarda la percezione che gli automobilisti hanno di sé stessi rispetto agli altri. Infatti, il 97% degli intervistati si considera un ottimo guidatore. Tuttavia, l’83% degli intervistati, e l’88% degli italiani, esprime preoccupazione per i comportamenti aggressivi degli altri conducenti, evidenziando una dissonanza tra l’autovalutazione e la percezione dei comportamenti altrui.

Vigilanza, Calma e Cortesia: Virtù Autoproclamate
La maggior parte degli automobilisti si autodefinisce vigile (75%, con un 80% in Italia), calmo (58%, con un 47% in Italia) e cortese (29%, con un 20% in Italia). Tuttavia, nonostante questa autopercezione positiva, emerge una limitata autocritica riguardo ai propri comportamenti alla guida.

Ecco i Principali Risultati in Sintesi (tra parentesi i risultati degli italiani):

Ansia e tensione

  • L’83% degli automobilisti europei dichiara di temere il comportamento aggressivo degli altri conducenti (88% degli automobilisti italiani).
  • Il 52% ammette di rivolgere insulti agli altri conducenti (60%).
  • Il 50% utilizza il clacson in modo eccessivo verso i conducenti che lo irritano (55%).
  • Il 31% sta deliberatamente attaccato al veicolo di un conducente che lo irrita (29%).
  • Il 21% scende dal proprio veicolo per discutere con un altro conducente (28%).

Norme del codice della strada infrante

  • L’85% degli automobilisti europei dichiara di superare il limite di velocità indicato di alcuni chilometri orari (82% degli automobilisti italiani).
  • Il 58% ammette di non rispettare le distanze di sicurezza (56%).
  • In autostrada, il 53% circola sulla corsia centrale anche se la corsia di destra è libera (50%).
  • Il 35% sorpassa a destra in autostrada (27%).

La distrazione

  • Il 77% degli automobilisti europei utilizza lo smartphone o imposta il GPS mentre guida (74% degli automobilisti italiani).
  • Il 67% effettua chiamate telefoniche durante la guida (+4% rispetto al 2018; 68% in Italia), e il 44% di questi lo fa regolarmente (50%).
  • L’uso del Bluetooth è in costante aumento: il 57% degli automobilisti lo utilizza per telefonare (+12% rispetto al 2018; 56% in Italia).
  • Tra coloro che effettuano chiamate telefoniche, il 14% ha già avuto o rischiato un incidente a causa dell’uso del telefono mentre guida (17% in Italia).
  • L’84% degli automobilisti ammette di distogliere talvolta lo sguardo dalla strada per più di 2 secondi quando è al volante (+6% in 4 anni; 82% in Italia).

Sonno alla guida

  • Il 38% degli automobilisti europei ammette di guidare nonostante si senta molto stanco (30% degli automobilisti italiani).
  • Di questi, il 38% (39% in Italia) ha già avuto l’impressione di essersi assopito al volante, rispetto al 26% degli automobilisti in generale (25% in Italia).
  • Il 18% (20% in Italia) ha già subito un incidente o un quasi incidente causato da un colpo di sonno al volante, rispetto al 13% degli automobilisti in generale (14% in Italia).
  • Il 38% (22% in Italia) non si ferma mai per fare una pausa durante il viaggio, rispetto al 38% degli automobilisti in generale (27% in Italia).

Alcol e droga

  • Il 17% dei maschi di età compresa tra i 25 e i 34 anni (18% degli italiani) ha ammesso di aver guidato in stato di ebbrezza, rispetto al 7% degli automobilisti in generale.
  • Il 9% dei maschi di età compresa tra i 25 e i 34 anni (12% degli italiani) ha dichiarato di aver guidato dopo aver consumato cannabis, rispetto al 4% degli automobilisti in generale.
  • Il 26% degli automobilisti che affermano di aver già guidato sotto l’effetto dell’alcol si è messo al volante anche dopo aver fumato cannabis (31% in Italia).
  • Il 40% degli automobilisti che hanno guidato in stato di ebbrezza ha già subito o rischiato un incidente dovuto a questo comportamento imprudente (55% in Italia).

Incidenti

  • L’89% degli automobilisti europei che ha avuto esperienza diretta di un incidente stradale o ha avuto un familiare coinvolto in un incidente grave ha modificato il proprio comportamento alla guida (93% in Italia).
  • Di questi, l’82% afferma di essere più attento sulla strada (77% in Italia).
  • Il 77% sostiene di rispettare con maggiore rigore il codice della strada (75% in Italia).
  • Il 30% riferisce di provare maggiore stress quando si mette al volante (34% in Italia).

Per condurre il Barometro della Guida Responsabile, Ipsos ha effettuato interviste online nel periodo compreso tra il 19 febbraio e il 19 marzo 2024, coinvolgendo un campione di 12.413 individui di almeno 16 anni di età. Tra questi, vi erano 2.413 intervistati francesi e un minimo di 1.000 partecipanti per ciascuno dei restanti 10 paesi coinvolti nel sondaggio (Germania, Belgio, Spagna, Grecia, Italia, Paesi Bassi, Polonia, Regno Unito, Slovacchia, Svezia).